Gli scienziati entusiasmati dai benefici del taijiquan per la salute

Chen-Liqing

La Maestra Chen Liqing.

 Ci sono buone ragioni per l’esplosione della popolarità del taijiquan, la lista dei suoi benefici per la salute basata sulle prove di efficacia è così lunga che molti chiamano questo meditazione in movimento “medicina in movimento”.

Il taijiquan è cresciuto in popolarità, al punto che è spalla a spalla con lo yoga per il numero di praticanti. Attualmente praticato da circa 3,5 milioni di americani, il taijiquan vanta una enorme mole di letteratura scientifica a sostegno dei suoi benefici per la salute per le persone di tutte le età e le condizioni fisiche, da giovani adulti sani agli anziani o a persone sulla sedia a rotelle. Le indagini suggeriscono che una regolare pratica del taijiquan può portare sollievo in una ampia varietà di condizioni di interesse medico.

Il taijiquan è una pratica psico-corporea con una storia alquanto che risale a circa 700 anni in Cina (storicamente al XVII secolo, NdT). Si ritiene che i suoi concetti fondamentali derivino dal Daodejing, Yijing e altri testi classici. Il taijiquan è ancora popolare in Cina, dove è praticato quotidianamente in massa, spesso la mattina presto nei parchi e negli spazi aperti. Movimenti lenti sono integrati con il lavoro sul respiro e con l’associazione di varie di componenti cognitive, tra cui la consapevolezza e l’immaginazione visiva. Il fatto che il taijiquan richiede movimenti molto regolari e a basso impatto fisico (almeno in una fase iniziale di apprendimento, NdT), il che lo rende particolarmente adatto per gli anziani e nel recupero dopo malattie o infortuni.

Quando si tratta di benefici per la salute basate su prove di efficacia, poche discipline di momento sono in grado di competere con il taijiquan. Tra le sue azioni terapeutiche si trovano studi a sostegno del beneficio terapeutico del taijiquan di almeno 35 malattie, e le seguenti azioni:

Miglioramenti della forza muscolare, della coordinazione, della flessibilità.

Miglioramenti nel d
olore, la rigidità e la riduzione della mobilità ridotta per chi soffre di artrite.
Miglioramento del sonno, dell’umore, della
qualità della vita.
Miglioramento della rispota
immunitaria e rallentatamento dei processi dell’invecchiamento.
Riduzione del rischio di cadute e di fratture, in particolare negli anziani.

Nel settembre 2015, una meta-analisi pubblicata sul British Journal of Sports Medicine ha esaminato gli effetti del taijiquan su quattro malattie croniche: il cancro, l’osteoartrite, insufficienza cardiaca e la broncopatia cronica ostruttiva (BPCO). Sulla base della revisione di 33 studi, i ricercatori hanno concluso che il taijiquan ha dato beneficio in tutte queste condizioni, e senza effetti collaterali. La maggior parte degli studi coinvolti prevedevano un’ora di sessioni per due o tre volte alla settimana, per 12 settimane.

Il taijiquan ha inciso positivamente nella mobilità funzionale dell’arto superiore in pazienti con cancro al seno, e riduzione dei sintomi in chi soffriva di fibromialgia, migliorando la loro qualità della vita. Diversi studi suggeriscono che possa anche migliorare la qualità del sonno.

Il taijiquan sembra aumentare la densità minerale ossea e ridurre la perdita ossea nelle donne in menopausa e in operate di cancro al seno. In uno studio della Tufts University, un’ora di pratica due volte a settimana per 12 settimane ha ridotto il dolore e ha migliorato l’umore più di esercizi di stretching standard tra le persone con grave osteoartrite del ginocchio. In uno studio coreano, ha migliorato significativamente la flessibilità e rallentato il processo della malattia nella spondilite anchilosante, una forma dolorosa e debilitante di artrite spinale.

Riduce il rischio di infarto, migliora il metabolismo, rinforza il sistema immunitario.

Significativi benefici sono dimostrati in pazienti con elevato rischio di malattie cardiache, tra cui una migliore regolazione della pressione sanguigna, aumentata capacità di esercizio fisico, miglioramento della funzione cardiaca per le persone con insufficienza cardiaca, aumento della assunzione di ossigeno, per cui i ricercatori concludono, “il taijiquan costituire una forma efficace di riabilitazione cardiaca.”

Un gruppo di 21 donne obese ha visto miglioramenti nella loro pressione sistolica a riposo, nell’umore, nella percentuale di grasso corporeo con una seduta settimanale di due ore di taijiquan; effetti positivi sono stati osservati anche nei pazienti con diabete di tipo 2, rispetto ai livelli di glicemia e nella sensibilità del recettore dell’insulina.

Il taijiquan sembra esercitare alcune azioni immunomodulanti positive, come la resistenza ai virus della varicella-zoster e dell’epatite B. Una meta-analisi pubblicata su PLoS ONE, uno studio degli effetti del taijiquan sul sistema immunitario ha trovato che la sua pratica sembra stimolare effetti antinfiammatori e ridurre i livelli ematici di proteina C-reattiva. Uno studio ha trovato che il taijiquan ha avuto effetti “antiossidanti” dopo 12 mesi di pratica.

 

Fonte: http://www.greenmedinfo.com/blog/scientists-wowed-tai-chis-health-benefits

.

Leggi anche su Facebook Taijiquan Chen Xiaojia – Sicilia e ICXJ – Italy Chen Xiaojia.

Questa voce è stata pubblicata in Medicina cinese, Taijiquan, Uncategorized e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...